News Schede Cinema Cinema

2 biglietti per la lotteria (Paul Negoescu)
Una commedia racconta la Romania di oggi

2 biglietti per la lotteria

Diniel sta attraversando un periodo difficile: la sua autofficina non sta andando bene e i clienti sono scontenti, mentre la moglie l’ha lasciato. Nonostante i problemi economici, si consola con i suoi amici al bar, il giocatore seriale Sile e il complottista Pompiliu. Dietro alcune loro insistenze, cede alle richieste e decidono di giocare insieme dei numeri per la lotteria. Inaspettatamente vincono e sembra arrivare il momento di una svolta nella loro vita, ma non si trova più il biglietto che attesti la vittoria…

Ispirato alla novella Due primi premi di Ion Luca Caragiale, il film è una commedia dalle tinte al limite con l’assurdo, che intrattiene con leggiadria e divertimento, forte di una trama semplice, ma ben strutturata. Con questo lungometraggio, Paul Negoescu, classe 1984, ha scelto di prendere una direzione diversa dalla nuova generazione di registi rumeni che si sta affermando a livello mondiale -tra tutti Cristian Mungiu-, preferendo confezionare una buona opera d’intrattenimento, adatta a un pubblico ampio.

Lo scopo è raggiunto: 2 biglietti per la lotteria funziona, diverte senza cadere nell’esagerazione, portando ad affezionarsi a questi improbabili protagonisti, caratterizzati dalle loro paranoie e vizi, a volte risultando quasi grotteschi, ma sempre credibili. Diniel, Sile e Pompiliu non hanno grandi pretese dalla vita, ma perfino le basse aspettative sembrano difficilmente soddisfabili: di qui la necessità di riporre nell’estrazione del lotto la speranza di un cambiamento.

Dietro le avventure rocambolesche alla ricerca del biglietto vincente, è ben visibile uno scorcio della Romania di oggi, un Paese che sta cercando di trovare un suo equilibrio, ma in cui ancora le opportunità scarseggiano, così le donne sono costrette ad andare a lavorare all’estero, mentre gli uomini si arrabattano tra il lavoro, il bar e le teorie di complotto. La scelta del regista di avvalersi di attori non protagonisti per i ruoli secondari diventa un valore aggiunto, rendendo ancora più vera la sensazione di realtà e mostrando un’umanità quanto mai varia.

 

2 biglietti per la lotteria
film di Paul Negoescu
con Dorian Boguta, Dragos Bucur, Alexandru Papadopol, Mircea Banu, Elisa Calin.
Romania, 2016
durata 86 minuti

Scrivi un commento...

Sull'autore

Marta Marchesi

Lascia un commento