News Cinema Vita associativa

Frammenti di una storia tra cinema e periferia 
Rassegna cinematografica a Genova Sampierdarena

Dal 21 giugno fino all’ 8 luglio si terrà al C.G.S. CLUB AMICI DEL CINEMA di Genova Sampierdarena (Via C. Rolando 15 Tel. 010413838) “Frammenti di una storia tra cinema e periferia”, un ciclo di quattro titoli sul tema delle periferie urbane e della loro possibile riqualificazione.
La rassegna è composta da due documentari e due film di fiction contemporanei che si diversificano per Paese di provenienza e tipo di produzione.

Il 21, il 22, il 23 e il 24 giugno sarà proiettato UN SOGNO CHIAMATO FLORIDA di Sean Baker, agrodolce film indipendente “made in USA” che tra bambini pestiferi e colori a pastello offre uno spaccato delle zone più disagiate e nascoste di Disneyland.
Giovedì 28 giugno toccherà invece a NESSUN FUOCO, NESSUN LUOGO, documentario sui senza tetto di Genova realizzato dai filmakers Carla Grippa e Marco Bertora, un’opera che non descrive tanto una periferia cittadina, quanto una periferia umana e sociale.
È italiano anche il terzo titolo del cartellone, MANUEL di Dario Albertini, opera che narra la storia di un diciottenne che deve reinserirsi nella società e prendersi cura della madre dopo aver vissuto per anni in un Istituto per minori privi del sostegno familiare. Il film sarà proiettato venerdì 29, sabato 30 giugno, domenica 1 e lunedì 2 luglio.
A chiudere il ciclo sarà invece un documentario proveniente dalla Francia: VISAGES VILLAGES, film di Agnès Varda e JR nel quale i due autori visitano alcune cittadine della provincia francese scoprendone i volti, le storie e le peculiarità. Un road-movie scanzonato e profondo, da annoverare tra i migliori prodotti della stagione. L’opera sarà proposta il 5, il 7 e l’8 luglio.
“Frammenti di una storia tra cinema e periferia” è una rassegna che fa parte di Urban Re-generAction, progetto nazionale finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e promosso dalle realtà salesiane in Italia del quale il Club Amici del Cinema è capofila per la Liguria.
Sono interessati all’iniziativa – oltre all’Opera Don Bosco di Sampierdarena – il Municipio Centro-Ovest, il Centro Civico “Buranello”, il Gazzettino Sampierdarenese, i Laboratori educativi territoriali, gli Istituti scolastici e molte delle associazioni attive nel territorio.
Il progetto intende riflettere con un gruppo di giovani del CNOS-FAP Don Bosco sulla realtà delle periferie urbane per cercare di dare un contributo alla loro rigenerazione.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Redazione

Redazione