News Schede Cinema Approfondimenti Percorsi

My name is Emily, scheda n° 19 #Esperienzedamore
Anche i genitori "hanno da imparare"

Scarica la scheda

Con il 2018 ritorna #Esperienzedamore con tante nuove schede per continuare a mettere a tema l’esortazione Amoris Laetitia che continua a sollecitare interesse e passione per i temi della famiglia e dell’affettività. Riprendiamo la pubblicazione delle schede filmico pastorale con un film piccolo ma prezioso giunto nell’ultima parte della stagione cinematografica del 2017.

My name is Emily, l’opera prima di Simon Fitzmaurice, riprende alcuni temi già affrontati nelle schede precedenti, come il lutto, l’adolescenza, la genitorialità del singolo perché rimasto solo, l’innamoramento della giovinezza, ma lo fa con una tenerezza di intenti e scelte di scrittura e una leggerezza delle interpretazioni apprezzabile e utile per contesti formativi.

Emily è una delle tante persone al mondo, nell’età fragile, che deve confrontarsi con la perdita di un genitore, con le mancanze di quello che rimane, con le attese non gratificate, con i limiti della vita che a volte ci mette accanto persone che si inceppano, che si “rompono” anche se sono adulti e ci abbandonano a volte per fortuna solo temporaneamente.

Scopri tanto altro nella scheda allegata qui sopra realizzata con la collaborazione del teologo Francesco Pesce,  docente alla Facoltà Teologica del Triveneto e direttore del Centro della Famiglia di Treviso.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Arianna Prevedello

Arianna Prevedello

Responsabile Comunicazione ACEC