Sale della Comunità - Dalle Sale
Riparte la rassegna "Frammenti di Festival"
dal 2 febbraio presso il Cinema Gabbiano di Senigallia


Riprende come ogni anno, da febbraio fino a primavera inoltrata, la rassegna "Frammenti di Festival" inserita all‘interno del contesto dei mercoledì d‘essai, con la scelta dei film direttamente dalle stanze di Venezia, Roma, Cannes ecc...

Si parte mercoledì 2 febbraio con un film di massima attualità: RCL, Ridotte Capacità Lavorative dell‘indagatore Paolo Rossi, un reality movie alla scoperta di cosa sia realmente la globalizzazione nella cittadina del Mezzogiorno conosciuta come la Stalingrado del Sud, Pomigliano d‘Arco, dove in maniera paradossale, il sindaco è di destra e il parroco si rivela essere di sinistra ed impegnato ad operare una strenua difesa dei diritti dei lavoratori.
Con l‘occasione l‘ingresso sarà di 3 euro per tutti e "1 euro verrà volontariamente devoluto a Marchionne" una simpatica provocazione daccordo anche con la produzione del film...
"Parola d’ordine?”  “Surrealismo civile" così si dice...

Tra le altre proposte spiccano "Kill me please", vincitore dell‘ultima edizione del Festival di Roma, "Nowhere Boy", il racconto di un ragazzo che diventò Jhon Lennon, e "Io sono con Te", un lungometraggio di Guido Chiesa in cui viene raccontata la storia e la vita di Maria come madre di Gesù nei primi anni di vita del figlio, e "Brotherhood" vincitore sempre del Festival di Roma ma della passata edizione.

Non mancano gli appuntamenti con gli autori, il 6 aprile infatti Valerio Jalongo presenterà il suo ultimo film "La scuola è finita" dove affronta le problematiche inerenti all‘istruzione scolastica e non solo.

Segnaliamo inoltre per i più appassionati "Bhutto", il documentario sulla vita dell‘ex primo ministro pakistano Benazir Bhutto, prima donna a guidare una nazione islamica, che si dispiega come un racconto di dimensioni shakespeariane. Nata il 21 giugno del 1953 e definita la "Kennedy del Pakistan", Benazir Bhutto fu la figlia del carismatico ex primo ministro Zulfikar Ali Bhutto, il quale, all’affermazione rivoltagli dal presidente statunitense assassinato nel 1963 "Se lei fosse stato americano sarebbe stato nel mio governo", rispose "Se io fossi stato americano sarei stato al suo posto".

Come la scorsa estate ripetiamo l‘esperimento del film muto con musica dal vivo:

L‘uomo con la macchina da presa, 1929, del regista sovietico Dziga Vertov - musicato e accompagnato con basso, chitarra e batteria dal gruppo Kobaiasci di Massa Carrara;
Il film è forse il compimento massimo (e finale) del movimento kinoglaz (cineocchio), nato negli anni venti per iniziativa di Vertov e propugnatore della superiorità del documentario sul cinema di finzione che, in sostanza, deve essere bandito perché inadatto a formare una società comunista.
Vertov raccoglie l‘esperienza di anni di documentari propagandistici, le sue radici futuriste, le sue teorie secondo le quali il cinema deve essere uno strumento a servizio del popolo e della sua formazione comunista, e sublima il tutto in un‘opera tecnicamente all‘avanguardia e che ancora oggi colpisce per originalità e vivacità.
L‘iniziativa accomunerà 4 Sale della Comunità della nostra regione più precisamente Cupra Marittima sala Margherita, Pesaro sala Loreto, Matelica sala Famiglia e appunto Senigallia multisala Gabbiano che saranno il palcoscenico del tour dei Kobaiasci con un servizio di prevendita già attivo alle casse dei relativi cinema.

City Lights, 1931, di Charles Chaplin, musicato ed accompagnato dal Maestro Paolo Tarsi;
uno dei capolavori immortali del grande Charlie Chaplin, che girò ben centomila metri di pellicola nell’arco di tre anni, ripetendo all’infinito intere sequenze e scegliendo di lasciare il film muto (con accompagnamento musicale) proprio nel periodo in cui si cominciava ad affermare il sonoro.

Queste le date della rassegna:

2 febbraio - RCL
9 febbraio - MAMMUTH
16 febbraio - LAST NIGHT
23 febbraio - KILL ME PLEASE
2 marzo - NOWHERE BOY
9 marzo - L‘ESPLOSIVO PIANO DI BAZIL
16 marzo - L‘UOMO CON LA MACCHINA DA PRESA (film muto con musica dal vivo, suonano i Kobaiasci)
23 marzo - POST MORTEM
30 marzo - BROTHERHOOD
6 aprile - LA SCUOLA E‘ FINITA (con il regista Valerio Jalongo presente in sala)
13 aprile - TORNANDO A CASA PER NATALE
20 aprile - IO SONO CON TE
27 aprile - IL MIO NOME E‘ KHAN
4 maggio - BHUTTO
11 maggio - CITY LIGHTS (film muto con musica dal vivo, musiche di Paolo Tarsi)

L‘inizio degli spettacoli è fissato alle ore 21,15.
Ingresso 5 euro per tutti con tessera Acec Marche.

Informazioni su www.cinemagabbiano.it


 


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 27-GEN-11
 

Acec - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed