Sale della Comunità - News
Bellissime
di Giovanna Gagliardo

Raccontare la donna italiana attraverso il ‘900: questo l‘ambizioso tentativo di Giovanna Gagliardo che con Bellissime realizza un film di montaggio a partire dagli archivi dell‘Istituto Luce. Documenti storici, interviste, canzoni popolari per comporre il mosaico della mobile identità femminile del secolo appena concluso: regine e popolane, scrittrici e donne di mondo fino all‘avvento del fascismo, che la regista individua quale spartiacque epocale. Soffermandosi - a nostro avviso eccessivamente, se non ai limiti del revisionismo - sul Duce e sulle sue relazioni (in primis quella con la figlia ribelle Edda) con il gentil sesso, la Gagliardo si mette sulle tracce dei fermenti della rinascita femminile che subirà ulteriori modificazioni con l‘esperienza partigiana. Scelte coraggiose e consapevoli da entrambi i lati della barricata (repubblichine e partigiane) che si sciolgono nel femminismo incandescente degli anni ‘60: donne e bellissime, questo il tratto pertinente dell‘altra metà del cielo nostrana. La documentazione è sicuramente imponente, talvolta però la mano della Gagliardo tentenna, concedendosi lungaggini e cali di tensione di cui faremmo volentieri a meno. (F. P.)


Ultimo aggiornamento di questa pagina: 03-SET-04
 

Acec - Copyright @2005 - Strumenti Software a cura di Seed