Schede Cinema Cinema Filmcronache

I PRIMITIVI (Nick Park)
Alle origini del calcio

I PRIMITIVI

Durante il passaggio dall’età della Pietra a quella del Bronzo, una piccola tribù è costretta ad abbandonare la propria valle. Per potersi insediare nuovamente nella loro terra, gli abitanti devono sfidare al gioco calcio i rivali dell’età del Bronzo. Un gioco già praticato dai loro antenati e che riscuote un enorme successo tra il pubblico moderno. Il giovane Dag mette su un’improbabile squadra, ma è costretto a confrontarsi con l’ambiguo Lord Nooth che gestisce il gioco con un subdolo utilizzo del denaro.

Girato interamente con la tecnica della claymation (tecnica che prevede l’uso della plastilina e di riprese “a passo uno”), I primitivi rappresenta un’opera importante per la “Aardman Animations” (Galline in fuga, Wallace e Gromit). Da una parte essa rappresenta infatti il più grande sforzo produttivo dalla sua ultra quarantennale fondazione nonché il primo prodotto che si rivolge esplicitamente a un vasto pubblico, dall’altra il primo titolo la cui regia è firmata in solitaria dal pluripremiato Nick Park, collaboratore della storica casa di produzione di Bristol fin dagli anni ‘80. Uno sforzo che ha richiesto ben due anni e mezzo di lavorazione e l’impiego di 150 persone, tra cui ben 33 animatori contemporaneamente.

Tuttavia all’importante passo in avanti dal punto di vista produttivo, non corrisponde un prodotto in grado di essere altrettanto seducente come i precedenti lavori della Aardman Animations. Non certo per l’animazione, che mantiene intatto il proprio fascino e, soprattutto, la propria anima, in controtendenza rispetto alla dilagante animazione digitale, e nemmeno per le imponenti scenografie (notevole ad esempio è la realizzazione della città dell’età del Bronzo) o per la sua prospettiva edificante, quanto per uno script poco originale e dagli snodi narrativi abbastanza prevedibili da cui non emergono le insipide gag, se si escludono quelle affidate al cinghiale Bronco (probabilmente il personaggio più riuscito). I primitivi è un film che piacerà più ai supporter dei “Red Devils” che a quelli dei “Citizens” (le due compagini che si affrontano simulano infatti una sorta di preistorico derby di Manchester), ma che agli spettatori calciofili, soprattutto a quelli giovanissimi, potrebbe sembrare meno coinvolgente di un confronto reale e dialettico tra Mourinho e Guardiola.

 

I PRIMITIVI
Regia: Nick Park
Animazione
GB, 2018
Durata: 100’

Scrivi un commento...

Sull'autore

Francesco Crispino

Francesco Crispino

Francesco Crispino è docente di cinema, film-maker e scrittore. Tra le sue opere i documentari Linee d'ombra (2007) e Quadri espansi (2013), il saggio Alle origini di Gomorra (2010) e il romanzo La peggio gioventù (2016).