News Teatro

I TEATRI DEL SACRO 2021: A MILANO TRA REPLICHE E NOVITA’
Dal 17 novembre 5 spettacoli in scena al Teatro Oscar

La settima edizione de I Teatri del Sacro accoglie lo slancio e l’energia di una nuova stagione post pandemica dando vita a una piccola, ma tenace, alleanza artistica e produttiva con il progetto di deSidera al Teatro Oscar di Milano, sempre nel segno di un dialogo profondo fra l’azione teatrale e la ricerca spirituale. Un orizzonte di senso che, in questi tempi così drammaticamente segnati dalla fragilità e dalla vulnerabilità, si pone come impegno etico, oltre che estetico, in una dimensione di ascolto e di prossimità che vede il teatro come veicolo artistico di cura della persona e della comunità.

In questa prospettiva trovano spazio nella programmazione della stagione 2021/2022 tre produzioni delle scorse edizioni de I Teatri del Sacro e due residenze artistiche che debutteranno in prima nazionale proprio sul palco del Teatro Oscar. “Una costellazione di spettacoli che – afferma Fabrizio Fiaschini, direttore artistico de I Teatri del Sacro – delinea la scia luminosa e inaspettata di una domanda del sacro che attraversa il segreto delle nostre inquietudini e dei nostri desideri quotidiani”.

Ad aprire la rassegna, mercoledì 17 novembre, L’Acquasantissima, apprezzato monologo di e con Fabrizio Pugliese, che nasce da un lunghissimo lavoro di ricerca sulla ‘Ndrangheta per sondarne la natura arcaica, la capacità silenziosa di ramificare le proprie azioni criminali, di creare quei legami che ne fanno una delle mafie più rispettate del mondo grazie alla commistione di rituali e regole di comportamento che la rendono una società parallela a quella ufficiale.

Si prosegue poi (25 novembre) con Oibò sono morto, in cui gli attori Giovanna Mori e Jacob Olesen immaginano con ironia e levità un luogo di passaggio tra la vita terrena e l’eternità assoluta. Una specie di “non dove” dove le anime passano e soggiornano prima di andare, “dove non so”: una domanda sul senso della vita e sul superamento della paura attraverso la fede nella vita stessa.

Giovedì 2 dicembre è la volta dei Maniaci d’Amore, in scena con Il desiderio segreto dei fossili di mare, testo divertente, crudo, lieve e durissimo che – attraverso un continuo oscillare tra realtà, paradosso e finzione – porta in scena una riflessione sulla paura del diverso, della vita e del divino e sulla necessità di speranza che ognuno di noi concede al sogno o ad un Dio che forse esiste.

Ancora, in programma, due debutti nazionali, quello di Bribude Teatro con Materiali per la morte della zia (17 dicembre) e l’evento speciale del Teatro dei Venti Polittico della felicità (9 gennaio 2022).

Scarica il programma

Questo il calendario completo:
L’Acquasantissima
Mer 17 Novembre 2021 | h. 20.30
URA Teatro
Oibò son morto
Gio 25 Novembre 2021 | h. 20.30
Giovanna Mori/Jacob Olesen
Il desiderio segreto dei fossili di mare
Gio 2 Dicembre 2021 | h. 20.30
Maniaci D’Amore
Materiali per la morte della zia (debutto nazionale)
Ven 17 Dicembre 2021 | h. 20.30
Bribude Teatro
Polittico della felicità (debutto nazionale)
Dom 9 Gennaio 2022 | h. 16.30
Teatro dei Venti

Vai al sito del Teatro Oscar

 

Scrivi un commento...

Sull'autore

Tiziana Vox

Operatrice culturale, dal 2009 collabora con l’Acec, seguendone il sito internet, l’attività editoriale e i progetti. Dallo stesso anno è responsabile della segreteria organizzativa Federgat, per cui cura anche la realizzazione del progetto I Teatri del Sacro.