News Teatro

“LA CALATA” DEGLI SPETTATORI
Il 13 novembre a Milano, Roma, Napoli

Appuntamento in tutti i teatri di Roma, Milano e Napoli il 13 Novembre con La Calata, un evento ideato e realizzato da Casa dello Spettatore, che coinvolgerà centinaia di spettatori di ogni età per raccontare gli spazi, le atmosfere e gli spettacoli, una sorta di “istantanea” di una serata a teatro. La Calata è un esperimento conoscitivo sul mondo del teatro condotto da una comunità di spettatrici e spettatori di ogni età che vestono per un giorno i panni del reporter e “calano” il loro sguardo sul territorio teatrale della città.

La Calata è un progetto che è partito a Roma nel 2017 per poi replicarsi nella sola Capitale anche nel 2018, nel 2019 si sono aggiunte Milano e Napoli, ma sempre in serate separate, dopo il doloroso stop del 2020 ritorna quest’anno nelle tre città, per la prima volta contemporaneamente, per raccogliere i racconti di chi ama IL teatro e non UN teatro, di chi sente la mancanza dell’incontro con l’arte dal vivo, di chi vuole tornare a sedere con altri, non più solo sul divano di casa. Ad oggi sono circa 500 gli spettatori e 200 i teatri che hanno preso parte all’iniziativa.

Tra gli spazi che hanno aderito all’iniziativa non potevano mancare le Sale della Comunità: in molte il 13 novembre apriranno le porte agli spettatori della Calata, come ad esempio il Cine Teatro Stella e Silvestrarium a Milano o il Teatro della Visitazione di Roma.

“Portare La Calata lo stesso giorno nelle tre città è una sfida da raccogliere per dare voce a quell’altra parte fondamentale del teatro: il pubblico, silente in tutti questi mesi esattamente come gli artisti e le sale – sottolinea il gruppo di lavoro de La Casa dello Spettatore – quel pubblico che ha destinato il vedere ad altre forme e altri linguaggi artistici, in casa e senza la possibilità di condividere una prossimità fisica oltre la cerchia familiare. La Calata è un modo per reagire a questi mesi, per attraversare la città, per unire le voci di chi ha sopportato quella lontananza e che ora ha il desiderio di tornare a teatro insieme; in sicurezza, ovviamente, ma insieme”.

Dopo la lunga chiusura causata dal Covid purtroppo alcuni teatri non riapriranno, altri non potranno programmare con regolarità e i lavoratori del mondo dello spettacolo vivono ancora oggi difficoltà e disagi. La Calata vuole essere anche il racconto di quelle storie: di persone, spazi e spettacoli in questo delicato momento storico. Perché una comunità teatrale è fatta prima di tutto di cittadine e cittadini.

Per chi sceglie di aderire all’iniziativa la partecipazione è gratuita mentre il luogo, lo spettacolo e anche il compagno di serata saranno assegnati per sorteggio, la sera del 13 novembre tutti i partecipanti potranno comunicare fra loro su un apposito gruppo whatsapp che sarà una sorta di foyer virtuale che per un giorno trasformerà le tre città in un unico grande teatro.

Per partecipare è sufficiente scrivere entro il 31 ottobre 2021 a lacalata@casadellospettatore.it con oggetto “La Calata” indicando: la città in cui si intendere partecipare alla Calata; nome e cognome (nel dossier finale verrà pubblicata soltanto l’iniziale); numero di telefono; età e professione.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Marina Saraceno

Diplomata all'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica "Silvio D'Amico" e laureata in Scienze della Comunicazione con una tesi sul teatro tradizionale cinese. In teatro ha lavorato con Luca Ronconi, Mario Scaccia, Jacques Decuvellerie. Ha lavorato per la comunicazione e la promozione culturale, tra gli altri, con il Teatro Nazionale di Roma, L'Associazione Italiana Editori, l'Ente Teatrale Italiano, Rai Trade, l'Unione des Theatres d'Europe, il Teatro Stabile del Veneto, il Progetto Domani per le Olimpiadi di Torino e la Fondazione Comunicazione e Cultura della CEI. Come giornalista ha collaborato con l'agenzia com.unica, il bimestrale Sale della Comunità, il settimanale pagina99