News

PASQUA 2021: VERSO IL SOLE DI UN’ALBA NUOVA
Auguriandoci di tornare presto a essere "sale" per le nostre comunità

Vedo come degli alberi che camminano” risponde il cieco a Gesù, nel brano del Vangelo di Marco (8,24) dopo che gli ha appena toccato gli occhi la prima volta. Quasi come se il miracolo non fosse riuscito proprio del tutto. Strano che per Gesù, il Figlio di Dio, qualcosa non venga bene al primo colpo… Eppure, forse, anche in questo caso il Signore ha ancora molto da insegnarci in un tempo come questo, di pandemia, che sembra non finire mai, dove si fa fatica ad intravedere persino un raggio di luce che squarci l’orizzonte delle tenebre che si sono abbattute sul mondo e sulla nostra storia. Sebbene ancora non sappiamo quando, tanto per essere agganciati ad altre espressioni del vangelo, sicuramente “il giorno della gloria verrà. Occorre quanto mai crederci. Non solo come un presagio, piuttosto come un monito contro ogni segno che ci parla di morte e disperazione. Un cristiano, infatti, sa bene che la parola fine non è mai l’ultima, poiché c’è sempre vita davanti al nostro orizzonte.

C’è una Resurrezione dopo i giorni della Passione, come c’è la Pasqua oltre il Venerdì Santo. Arriveranno, perciò, giorni in cui anche noi vedremo sorgere “il sole di un’alba nuova e come animatori delle nostre sale torneremo ad aprirne le porte, ad illuminare gli schermi, ad abitare i palcoscenici. Il pubblico finalmente ritornerà e ci sarà aria di festa dentro e attorno a noi. Certamente ci sarà! E speriamo pure presto… Perché non siamo capaci di stare senza ciò che ci appassiona. Ne abbiamo bisogno ora più che mai. Porti, dunque, questa Pasqua quella speranza certa, e segni ora nell’attesa quel desiderio profondo di essere, con quello che siamo capaci a fare, ancora “sale” per le nostre comunità. Auguri di cuore!  

Scrivi un commento...

Sull'autore

Gianluca Bernardini