News Vita associativa

PREMIO CINEMATOGRAFICO STEFANO PITTALUGA 2020
In programma quattro film d'autore al CInema Arena Vittoria di Borghetto Santo Spirito

Torna anche quest’anno il Premio Cinematografico Stefano Pittaluga, riconoscimento ideato dall’ACEC Liguria e dedicato a Stefano Pittaluga, importante distributore e produttore genovese attivo tra gli anni Dieci e gli anni Trenta del Novecento. Pioniere delle attività imprenditoriali del settore, Pittaluga ha il merito – tra gli altri – di aver prodotto il primo film sonoro della storia del cinema italiano: La canzone dell’amore (1930) di Gennaro Righelli.  Le prime edizioni si sono svolte a Campomorone, in provincia di Genova, luogo natale di Pittaluga.    Dal 2018 il Premio ha ripreso vita grazie alla collaborazione del Comune di Borghetto Santo Spirito e del Cinema Arena Vittoria.

L’edizione 2020 si svolgerà da sabato 1°  a lunedì 17 agosto presso il Cinema Arena Vittoria di Borghetto Santo Spirito (SV) con la consegna delle targhe e la proiezione di quattro film d’autore di questa stagione cinematografica: Parasite di Bong Joon-ho (1-2-3 agosto) , I miserabili di Ladj Ly (4-5-6 agosto), L’agnello di Mario Piredda (7 agosto) e Volevo nascondermi di Giorgio Diritti (15 e 17 agosto).

Tutte le proiezioni cominceranno alle 21:30 e alcune di queste verranno anticipate da incontri e presentazioni: in tale direzione, risulta particolarmente importante la data del 7 agosto, quando prima del film, saranno consegnate le Targhe Stefano Pittaluga a Ivan Olgiati (produttore de L’agnello) e a Gabriele Mina, curatore del Ferrania Film Museum di Cairo Montenotte.

Si è deciso di premiare Olgiati per il suo particolare percorso produttivo: partendo da cortometraggi apprezzati e premiati come La valigia di Pier Paolo Paganelli, L’equilibrio del cucchiaino di Adriano Sforzi e A casa mia  di Mario Piredda e arrivando ai lungometraggi Fedele alla linea, Gli asteroidi, entrambi di Germano Maccioni,  Più libero di prima  di Adriano Sforzi e Zen sul ghiaccio sottile di Margherita Ferri.

Con la targa a Gabriele Mina si intende riconoscere il valore culturale del museo dedicato a Ferrania, la storica azienda nel savonese che produceva pellicole per il cinema e non solo. Sarà inoltre l’occasione per parlare di Fantasmi a Ferrania di Diego Scarponi, documentario in fase di realizzazione sulla celebre fabbrica.

Così, il Premio Stefano Pittaluga dimostra ancora una volta di essere particolarmente attento alle iniziative cinematografiche indipendenti più rilevanti sia nell’ambito locale sia in quello nazionale: ne è una prova anche il fatto che nel 2019 uno dei riconoscimenti sia andato ad Alessandro Giacobbe, presidente dell’Academy Two, casa di distribuzione genovese che proprio quest’anno ha portato sugli schermi italiani Parasite, il film di Bong Joon-ho vincitore di quattro premi Oscar e della Palma d’Oro al 72° festival di Cannes. In questo senso, la scelta di aprire l’edizione 2020 proprio con l’opera sudcoreana non è certamente casuale, in quanto vuole, da un lato, omaggiare la realtà distributiva riconosciuta nel 2019, mentre dall’altro intende creare un ponte ideale tra il Pittaluga precedente e quello di quest’anno.

Oltre a un ciclo di proiezioni e di premiazioni, l’iniziativa intende da sempre essere anche un momento di confronto e di formazione culturale per distributori, esercenti e altre figure legate al settore. Ne sono una dimostrazione i numerosi incontri tematici svoltisi durante le scorse edizioni: riferendoci sempre al 2019, vogliamo ricordare in modo particolare la conferenza sul cinema di Fiona Gordon e Dominique Abel – che hanno anche parlato del loro film Parigi a piedi nudi – e il focus sui filmmakers liguri, i quali hanno presentato le loro opere e i loro progetti. Riteniamo alquanto importante aver dedicato uno spazio ai registi indipendenti del territorio, in quanto è stato un modo per far conoscere tutte quelle produzioni piccole ma meritevoli che per questioni economiche fanno fatica ad avere una distribuzione regolare e quindi ad emergere con una certa forza.

Per ragioni legate all’emergenza Covid-19, in questa edizione si sono dovuti ridurre gli incontri, tuttavia la rassegna, la consegna dei premi e le presentazioni critiche intendono affrontare le questioni più attuali e urgenti del cinema nei suoi aspetti culturali, produttivi, distributivi e di esercizio.

L’evento si svolgerà a Borghetto Santo Spirito presso il Cinema Arena Vittoria, una delle più antiche e suggestive arene della Liguria, con la sua ambientazione naturale e i suoi 600 posti.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Redazione

Redazione