Venezia 75 Schede Cinema Filmcronache

L’AMICA GENIALE (Saverio Costanzo)

L’AMICA GENIALE

Presentati fuori concorso a Venezia anche i primi due episodi de L’amica geniale, serie televisiva tratta dal prima romanzo di Elena Ferrante e diretta da Saverio Costanzo. La storia si apre su Elena Greco, una donna anziana che viene svegliata nel bel mezzo della notta dal figlio delle sua migliore amica in preda al panico perché sua madre è scomparsa. Fredda e infastidita la donna lo liquida presto e, sebbene preoccupata, lo invita a non cercarla più. Poi, dopo aver acceso il suo computer, inizia a raccontarci la vera storia di Elena e Lenù, un’amicizia nata sui banchi di scuola elementare e divenuta con il tempo un legame forte ma complicato.

Inizia così il primo degli otto episodi previsti dalla serie televisiva prodotta da Rai Uno e Timvision in collaborazione con HBO, Wildside e Fandango che andrà in sala dall’1 al 3 ottobre e in onda in tv a novembre. La Ferrante e Costanzo ci portano indietro nel tempo, tra gli anni ’50 e gli anni ’60, in una Napoli periferica e claustrofobica, al centro di case popolari animate da una moltitudine di solitudini segnate dalla povertà e dalla fatica di vivere. In mezzo a vedove di soli trentanni, donne tenaci il cui ruolo è quello di stare a casa per crescere figli e curare il marito, pericolosi boss di quartiere, uomini onesti rovinati dall’usura, si muovono curiose e attente Elena e Lenù, due ragazzine sveglie e intelligenti, con una fervida immaginazione e il desiderio di una vita migliore. Elena e Lenù corrono incuriosite tra le strade di un quartiere dove liti tra donne e violenza sono agli ordini del giorno, il mare un sogno lontano e lo studio un privilegio per pochi. Ciononostante cercano di preservare i loro sogni, si guardano intorno attente e si abbandonano ai piccoli piaceri, come la lettura dei primi libri e la scrittura dei primi racconti.

Inizia così una storia moderna e politica che copre oltre sessant’anni di vita, tentando di svelare il mistero di Lila, e al quale Costanzo regala spessore e intensità attraverso la ricostruzione dei luoghi dell’epoca, la caratterizzazione dei personaggi e il coinvolgimento emotivo dello spettatore. A vedere i primi due episodi si ha la sensazione di trovarsi di fronte a un prodotto di altissimo livello e di ottima qualità. Da sottolineare l’ottima prestazione attoriale delle due protagoniste, interpretate nei primi due episodi da Ludovica Nasti ed Elisa Del Genio e l’omaggio, a detta del regista assolutamente involontario, all’iconica scena di Anna Magnani in Roma Città Aperta.

 

L’AMICA GENIALE
Regia: Saverio Costanzo
Interpreti: Elisa Del Genio, Ludovica Nasti, Margherita Mazzucco, Gaia Girace
Italia, Belgio
120’

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Marianna Ninni