News

LO SCHERMO DELL’ARTE
Cinema d'artista per quando #iorestoacasa

La sala cinematografica manca, da molti punti di vista: lavorativo, d’impegno, di comunità, di visione (a tratti anche i bisbigli delle persone qualche fila dietro di noi sembrano meno fastidiosi di quanto non fossero!). Eppure, in questo clima che sembra aver sospeso tutto, non si è fermata né la voglia di film né la voglia di trovare un modo per vederli: le iniziative di questo tipo nate intorno alla campagna #iorestoacasa, infatti, sono state davvero numerose (molte di queste sono segnalate sulla pagina Facebook dell’Acec con l’hashtag #acasaconACEC e #buonepraticheSdC per quelle realizzate da Sale della Comunità).

L’arte – e il cinema con essa – anche in questo momento storico si dimostra essere un necessario nutrimento per l’anima e un ottimo modo per reagire a tutto quanto ci circonda. Particolarmente interessante, in tal senso, il progetto internazionale “Lo schermo dell’arte”, che esplora e promuove le relazioni tra arte contemporanea e cinema e che propone (fino al 3 aprile) la condivisione pubblica di alcuni film della propria collezione (tra lungo e cortometraggi) attraverso il sito di Mymovies.

Tra gli autori che hanno aderito all’iniziativa ci sono: Alterazioni Video, Phil Collins, Jordi Colomer, Jeremy Deller, Rä di Martino, Rebecca Digne, Omer Fast, Flatform, Alfredo Jaar, Adrian Paci, Martina Melilli, Luca Trevisani. Il calendario della ricca programmazione e l’accesso ai titoli è disponibile sulla pagina https://www.mymovies.it/schermodellarte/.

Sempre fino al 3 aprile Mymovies, inoltre, offre gratis l’accesso alla propria Sala Web, aderendo così all’iniziativa #iorestoacasa: è sufficiente connettersi alla pagina https://www.mymovies.it/iorestoacasa/ e consultare il calendario dei molti film proposti, prenotare la visione della pellicola desiderata e aspettare che la “proiezione” abbia inizio.

 

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Stefano Ruggeri