News Vita associativa

Spiedo Gigante tra solidarietà, cinema e gusto per gli amici del Cinema Careni

Succede a Pieve di Soligo (Tv): l’associazione culturale Careni partecipa alla sessantesima edizione dello Spiedo Gigante, che oltre ad abbinare gusto e tradizione si fa promotore di eventi che vanno a nutrire la voglia di stare insieme e l’amore per il proprio territorio.

Domenica 2 ottobre ritorna la storica Pedalata per la Vita promossa da Avis e Aido, un’ottima occasione per fare del bene e gustarsi il paesaggio tra Pieve di Soligo e Refrontolo. Ogni partecipante riceverà un buono per il tesseramento 2016-2017 al Cinema Careni.

Lunedì 3 ottobre alle 19.30 presso piazza Caduti dei Lager, libreria La Pieve proporrà un incontro con Fulvio Ervas, Antonio Padovan e Nicola Fedrigoni di KPLUSFILM, rispettivamente scrittore/sceneggiatore, regista e produttore del film Finché c’è Prosecco c’è Speranza.

Come annunciato durante la Mostra del Cinema di Venezia, il 10 ottobre inizieranno nel nostro territorio le riprese del film che vedrà Giuseppe Battiston nel ruolo del protagonista, l’ispettore Stucky, per raccontare un Veneto vero, lontano dagli stereotipi. Il regista Antonio Padovan, newyorkese da 10 anni ma originario di Collabrigo, ha trovato nel romanzo di Ervas la storia giusta per raccontare l’identità del nostro territorio e della nostra gente, con l’ambizioso l’intento di realizzare ed esportare un ritratto veritiero e affettuoso del nostro Veneto.

“La nostra associazione, da sempre innamorata del cinema, non poteva mancare in un’occasione unica come questa, vedere come si crea la magia del cinema, dove nascono le idee, cosa nutre l’ispirazione e come comunicare un messaggio” afferma il presidente Davide Amianti “avremo il piacere e l’onore di moderare l’incontro all’interno di questa storica manifestazione che da tanti anni si impegna a mostrare le eccellenze gastronomiche e non, del nostro territorio”.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Tiziana Vox

Tiziana Vox

Operatrice culturale, dal 2009 collabora con l’Acec, seguendone il sito internet e l’attività editoriale. Attualmente è responsabile della segreteria organizzativa Federgat, per cui cura anche la realizzazione del progetto I Teatri del Sacro.