Venezia 76 Schede Cinema Filmcronache

BLANCO EN BLANCO (Théo Court)

Una intensa e potente fotografia cinematografica per un film sul tema della fotografia. Blanco en blanco di Théo Court è in concorso a Venezia76 nella sezione Orizzonti. Siamo all’inizio del Ventesimo Secolo. Pedro arriva nella Terra del Fuoco per fotografare il matrimonio di un potente proprietario terriero di nome Porter. La sua futura moglie, ancora una bambina, diventa l’ossessione di Pedro. Nel tentativo di catturare la sua bellezza scopre la brutalità e le dure regole di questa terra. La sua passione per la giovane ninfa viene scoperta e Pedro è punito, reso impossibilitato a fuggire, viene costretto a lavorare e a diventare complice della realizzazione di una nuova società che sorge dal genocidio sistematico del popolo Selknam. Gli uomini sono pagati per portare al padrone le orecchie dei defunti indigeni, null’altro regola i rapporti tra i colonialisti europei e la popolazione locale. Il film è ispirato alle foto del massacro del popolo Selknam, perpetrato da Julius Popper nella Terra del Fuoco. Théo Court ricostruisce il retroscena di quelle fotografie, la vita in quella terra costellata di pianure immense, un luogo segnato dalla barbarie e dalla sopravvivenza in condizioni estreme. Proprietari terrieri lontani che finanziavano l’insediamento forzato delle colonie, la brutalità intrinseca di una società ‘moderna’ organizzata e legittimata. Sullo sfondo di questo universo, a guardare tutto questo da dietro un obiettivo fotografico un uomo, che mette in posa l’orrore, che registra il genocidio allo stesso modo della strage di animali da pelliccia. Il film ci mostra l’orrore senza empatia, tenedoci distanti da quello che accade, in pose estatiche dalla luce perfetta.

 

BLANCO EN BLANCO
di Théo Court
Durata: 100′
Spagna, Cile, Francia, Germania
Interpreti: Alfredo Castro, Lars Rudolph, Lola Rubio, Esther Vega, Alejandro Goic, Ignacio Ceruti

Scrivi un commento...

Sull'autore

Simone Agnetti

Simone Agnetti

Simone E. Agnetti, Brescia 1979, è Laureato con una tesi sul Cinema di Famiglia all’Università Cattolica di Brescia, è animatore culturale e organizzatore di eventi, collabora con ANCCI e ACEC, promuove iniziative artistiche, storiche, culturali e cinematografiche.