News Cinema Vita associativa

“Epidemia Poppins” per i 70 di ACEC in Triveneto
38 SdC alla stessa ora hanno proiettato l'originale Disney tra commozione e simpatia

Alle ore 16 di domenica 7 aprile è scoppiata la gioia e lo stupore in 38 sale della comunità del Triveneto. E’ proprio il caso di citare anche l’ora perché la vocazione di questo evento era proprio quella di proiettare nello stesso momento la Mary Poppins original del ’64 – recentemente restaurata –  per soffiare con tanta poesia le 70 candeline di ACEC.

La sezione triveneta dell’Associazione Cattolica Esercenti Cinema che nasceva nel 1949 come associazione di categoria per coordinare i tanti cinema parrocchiali che si erano diffusi in tutto il territorio nazionale, ha scelto infatti di celebrare il suo compleanno con un “open day” dedicato al classico Disney che ha riscosso un commosso gradimento da tante persone di ogni età. Alcune avevano visto nella stessa sala della comunità molti decenni prima proprio lo stesso meraviglioso film che hanno potuto far conoscere anche a figli e nipoti, alcuni per la primissima volta al cinema.

Una giornata senza dubbio di festa per le famiglie accolte in ciascuna sala da animazioni in carne ed ossa a tema “Mary e Bert” che tra simpatia, creatività e bravura hanno saputo mostrato il volto più autentico e odierno dei cinema parrocchiali, che senza paura hanno saputo affrontare tante sfide tecnologiche e culturali.

A salutare il pubblico e a raccontare l’ACEC era presente anche don Alessio Graziani, presidente di ACEC Triveneta, con un video proiettato in ogni sala prima del film. “Dalla mitica borsa di Mary Poppins – racconta Graziani – sono usciti l’entusiasmo e la creatività dei nostri giovani volontari, la gioia dei bambini, i ricordi d’infanzia degli adulti. La mitica tata inglese, spazzacamini e suffraggette hanno accolto in tutto il Veneto e in buona parte del Trentino un pubblico eterogeneo, sorpreso e divertito. Proiettare questo stesso film alla medesima ora in quasi 40 sale ci ha fatto sentire parte di un’unica famiglia, di un sogno che dopo 70 anni ancora si rinnova, regalando emozioni e senso di comunità!”. Tra giochi, canti, estrazioni, balletti, prime volte al cinema e applausi alla fine della proiezione si può davvero dire che questo compleanno rimarrà nel cuore di tantissimi spettatori piccoli e grandi.

Scrivi un commento...

Sull'autore

Arianna Prevedello

Arianna Prevedello

Responsabile Comunicazione ACEC