News Teatro Vita associativa

LO SPETTACOLO “IL MURO – DIE MAUER” AL CINEMA FAMIGLIA
Si conclude il cineforum con il teatro civile a Noventa Vicentina

Dopo il grande successo di pubblico del Cineforum “Al di là del muro – Perché ogni futuro passa per una frontiera”, in cui sono intervenuti ospiti quali il campione del mondo di ciclismo nel 2008, Alessandro Ballan, lo staff del Cinema Famiglia di Noventa Vicentina è lieto di invitarvi alla serata conclusiva della rassegna, il 14 marzo alle 20.45, in cui verrà proposto uno spettacolo teatrale di alto profilo, “Il Muro”.

Nell’anniversario dei 30 anni dalla sua caduta, si racconterà la storia del Muro di Berlino, costruito nel 1961 dal governo della Germania Est per contenere la fuga dei propri cittadini verso Occidente. È stata una delle barriere più invalicabili e letali che l’essere umano abbia conosciuto: 3,60 metri di altezza, 156,4 Km di lunghezza, 300 torri di avvistamento, 10.000 soldati di pattuglia, 259 cani da guardia, 20 bunker, 1200 persone morte nel tentativo di scavalcarlo, considerando anche tutte le vittime della frontiera intratedesca. Lo spettacolo teatrale “Il Muro” è patrocinato dal prestigioso Progetto Europeo “ATRIUM” del Consiglio d’Europa, che si propone di valorizzare il ‘patrimonio scomodo’ del continente europeo, con particolare attenzione alla memoria delle vicende più importanti della Storia Moderna e Contemporanea.

Frutto di un’inchiesta giornalistica sul campo, porta in scena quattro storie vere di determinazione, coraggio e fede nel nome della libertà: la storia di chi pagò con la vita, di chi tentò l’impossibile, di chi non si arrese mai e di chi, alla fine, riuscì a cambiare il Mondo. A scrivere e interpretare lo spettacolo sono Marco Cortesi e Mara Moschini, già attori e registi di teatro civile con “L’Esecutore”, “La Scelta” e “Rwanda”, ma anche attori in tv per il programma “Testimoni” di Rai Storia.

A spiegare il significato di quest’opera teatrale sono gli autori stessi: «Il nostro spettacolo parla di un Muro che viene prima di tutti gli altri e ne è forse la causa e la vera origine. È questo il Muro che Peter, Hans, Gina, Sabine, Gunther, Holger ci hanno svelato! Un Muro costruito da noi, non contro altri, ma contro noi stessi. È quel Muro che ci allontana da tutto quello che vorremmo davvero essere… È il Muro che ci separa dai nostri sogni… È quello che ci fa essere insoddisfatti, rabbiosi, che ci fa trascinare di giorno in giorno lungo esistenze che non ci soddisfano, professioni che odiamo, ore, giorni, settimane, mesi e anni che buttiamo al vento… Il nostro spettacolo non parla dei Muri che sono là fuori, parla del Muro che sta dentro di noi».

Scrivi un commento...

Sull'autore

Redazione

Redazione