Venezia 76 Schede Cinema Filmcronache

NEVIA (Nunzia De Stefano)

Tra i pochi film italiani in concorso (solo due lungometraggi in Orizzonti 2019) Nevia di Nunzia De Stefano si presenta come una fiaba amara. Nevia, la giovane e brava Virginia Apicella, ha diciassette anni, vive nel campo container di Ponticelli, nella periferia degradata di Napoli. Nel posto in cui vive è diventata grande presto, con la perdita della madre e senza traccia di un padre. Cresciuta con la nonna Nanà, la zia Lucia e la sorella più piccola, la sua famiglia allargata è fatta di prostitute, ricettatori e ladruncoli, fino a che non arriva il circo nel quartiere, a quel punto, come nelle più classiche storie di riscatto sociale, la voglia di fuggire verso qualcosa di nuovo -e di già visto- supera le poche certezze che la sua vita di degrado può darle. La regista Nunzia De Stefano, prodotta dall’ex marito Matteo Garrone, ha ricevuto per questa pellicola il Premio Lizzani.

Un film al femminile, con tutta la delicatezza di uno sguardo che pone maternità diverse nei vari personaggi, dalla prostituta di colore ospite di casa, quasi fosse una sorella maggiore, alla nonna che è tutitrice ma non madre, alla zia che è madre affettuosa ma non tutrice alla stessa protagonista che fa funzione di madre per la sorella minore in assenza di altre figure adulte. La regista ci svela le radici autobiografiche del racconto “i ricordi della mia giovinezza appartengono ai dieci anni vissuti in un container nella periferia di Napoli, quando il terremoto degli anni Ottanta costrinse la mia famiglia a sfollare in un campo improvvisato, in attesa di una sistemazione adeguata. I giorni diventarono mesi e poi anni, ma la casa popolare non è mai arrivata e abbiamo imparato così ad adattarci a quella situazione drammatica, cercando di ristabilire una quotidianità e abituandoci a vivere dignitosamente anche con quel poco che avevamo”.

Nevia è lineare e dipana la storia senza eccessi, concentrando tutto sulla buona recitazione vernacolare delle protagoniste. Sui titoli di coda il racconto si trasforma in una fiaba illustrata che ci fa ripercorrere gli accadimenti tramite disegni. Un buon esordio per una regista da cui possiamo aspettarci cose interessanti.

 

NEVIA
di Nunzia De Stefano
Durata: 86’
Italia
Interpreti: Virginia Apicella, Pietra Montecorvino, Rosi Franzese, Pietro Ragusa, Franca Abategiovanni, Simone Borelli, Gianfranco Gallo

Scrivi un commento...

Sull'autore

Simone Agnetti

Simone Agnetti

Simone E. Agnetti, Brescia 1979, è Laureato con una tesi sul Cinema di Famiglia all’Università Cattolica di Brescia, è animatore culturale e organizzatore di eventi, collabora con ANCCI e ACEC, promuove iniziative artistiche, storiche, culturali e cinematografiche.