Venezia 77 Schede Cinema Filmcronache

THE BEST IS YET TO COME (Jing Wang)
Aspirante reporter tra illusioni e contraddizioni della Cina

Una storia ispira a fatti realmente accaduti, nella Cina di due decenni fa, quando i giornali cartacei la facevano ancora da padrone nel mercato dei media e internet non aveva ancora preso il sopravvento. Un’epoca in cui i sogni dei più umili potevano realizzarsi grazie alla personale caparbietà e alle capacità degli individui. Il giovane regista Jing Wang con il suo film d’esordio Bu Zhi Bu Xiu – The Best Yet to Come (Senza sosta, senza riposo), in concorso in Orizzonti, racconta di quest’epoca da poco passata, in cui la società cinese era in fermento e tutti volevano mettersi alla prova.

Nel 2003 il giovane Han Dong, disoccupato che viene dalle campagne, pieno di energia ed entusiasmo, cerca di farsi notare a Pechino come giornalista d’inchiesta, pur non avendone i titoli. Tratta temi sociali, l’inquinamento, le ingiustizie. Con grandi sforzi ottiene uno stage presso un grande quotidiano e fa rapidamente carriera, fino a quando decide di cambiare il destino di cento milioni di persone mettendo in discussione il lavoro da lui tanto desiderato, per farsi portavoce, controcorrente, della discriminazione sanitaria che la legge cinese dell’epoca imponeva.

Il film è ben costruito, ricco e molto interessante nei contenuti e nella forma. Racconta il regista Jing Wang che, a causa della pandemia, la post-produzione è avvenuta online. Il film ha necessitato di una ricerca nel recente passato che, per il regista, è stato come scavare in un tempo lontano, afferma che “la Cina si è sviluppata così in fretta che persino gli archivi di dieci anni fa risultano ormai stranianti”. Il film apre con la fine dell’epidemia di sars ed è realizzato durante quella di covid, nel film si parla della sorte dei portatori di epatite B, come se malattia e società convivessero in un rapporto che toglie o concede agli uomini opportunità.

 

The Best Yet to Come (Senza sosta, senza riposo)
Titolo originale: Bu Zhi Bu Xiu
Regia: Jing Wang
Cina
Durata: 115′

Scrivi un commento...

Sull'autore

Simone Agnetti

Simone Agnetti

Simone E. Agnetti, Brescia 1979, è Laureato con una tesi sul Cinema di Famiglia all’Università Cattolica di Brescia, è animatore culturale e organizzatore di eventi, collabora con ANCCI e ACEC, promuove iniziative artistiche, storiche, culturali e cinematografiche.