Venezia 77 Schede Cinema Filmcronache

CRAZY, NOT INSANE (Alex Gibney)
Viaggio tra le aberranti biografie dei serial killer

Il regista americano Alex Gibney intervista la neuropsichiatra Dorothy Otnow Lewis e ne ricostruisce i momenti più importanti della carriera durante la quale ha potuto confrontarsi e studiare i casi dei più efferati assassini seriali della storia americana. La domanda che innerva l’intero documentario è inquietante e suscita la nostra curiosità ed è: perché io non uccido come loro?

La studiosa lavora soprattutto sul disturbo dissociativo della personalità del quale la maggior parte della scienza psichiatrica nega addirittura l’esistenza. Attraverso lo studio del cervello e delle sue patologie e soprattutto del passato di abusi subiti dagli assassini, la dottoressa Lewis lavora non tanto su quello che questi assassini hanno fatto ma sul perché lo hanno fatto, portando nel sistema giudiziario americano, che ancora in molti stati prevede la pena di morte, una prospettiva nuova.

E proprio su questo punto il film mostra alcune crepe. Se cioè il suo fruitore è un texano fanatico della pena capitale, che esulta quando una persona viene uccisa dallo stato, il film potrebbe anche, nel migliore dei casi e ammesso che ne sia capace, farlo riflettere, ma a uno spettatore europeo le scoperte della studiosa paiono per lo più delle ovvietà. Sostenere che un assassino seriale commette i suoi crimini perché la sua storia personale è spesso aberrante e fuori dalla normalità, è agli occhi di un italiano o di un europeo una cosa risaputa che invece viene presentata come una rivoluzione scientifica. Casomai, come ha fatto per esempio James Hillman in un libro di successo, potrebbe essere interessante e provocatorio sostenere il contrario, cioè che esista il seme del male. Inoltre, quante volte abbiamo visto al cinema – e proprio nel cinema americano – persino un eccesso di psicologismo volto a dare motivazioni anche troppo semplicistiche degli atti più efferati? Insomma il film va bene per lo spettatore texano al quale forse si rivolge, ma è distante anni luce dalla nostra sensibilità.

CRAZY, NOT INSANE
Regia: Alex Gibney
Durata: 118’
Paesi: Usa
Interpreti: Dorothy Lewis, Richard Burr, Catherine Yeager, Park Dietz, Bill Hagmaier, Laura Dern
 

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Alessandro Cinquegrani