Venezia 74 Schede Cinema Filmcronache

NO DATE, NO SIGNATURE (Vahid Jalilvand)

Dramma medicale introspettivo in salsa iraniana, con la pellicola No date, no signature il regista Vahid Jalilvand torna dopo due anni alla Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Orizzonti (Un mercoledì di maggio, 2015). Jalilvand si conferma un abile indagatore dei mondi umani possibili, di quella sfera del pensiero che è il “se accadesse che…”. Su questo poggia la costruzione dei suoi film, sul possibile e sugli universi alternativi della vita, stando ben ancorato ad una narrazione chiara, lineare e ben costruita. Nel precedente lungometraggio ci mostrava le vite degli iraniani coinvolti nell’azione di un uomo che annunciava sul giornale di donare dei soldi a chi ne avesse avuto veramente bisogno; ora quell’uomo, il personaggio che provoca gli accadimenti intorno a sé, è un medico legale che analizza e devia ciò che gli accade in funzione delle indecisioni, delle lentezze e delle paure che albergano in ognuno di noi.

Con questo secondo lungometraggio il regista iraniano ci racconta del dottor Narima, un uomo virtuoso e dai solidi principi, che ha un incidente casuale con un motociclista e la sua famiglia, nello scontro ferisce un bambino di otto anni. Notando che la famiglia è indigente, dopo aver pagato amichevolmente i danni, si offre di portare il bambino ad un pronto soccorso, ma il padre non vuole e riparte verso casa. La mattina seguente il medico scopre che lo stesso bambino è deceduto ed è nel suo ospedale per l’autopsia. Nariman deve affrontare il dilemma umano e professionale se la causa della morte sia stata colpa sua o quella diversa, decretata dai colleghi ed in particolare dalla moglie, anch’essa medico forense.

Dalle sue decisioni e, soprattutto, dai suoi tentennamenti discendono reazioni irreversibili che sconvolgono la vita di chi è in contatto con lui. La crisi profonda dell’uomo di fronte ai bivi possibili, alle irrazionali reazioni umane, solcano questo film che ci mostra un paesaggio umano inedito del lontano Iran.

No date, no signature è un film dai forti caratteri occidentali, dai colori urbani e desaturati, dalla recitazione capace e dalla regia attenta.

 

Scrivi un commento...

Sull'autore

Simone Agnetti

Simone E. Agnetti, Brescia 1979, è Laureato con una tesi sul Cinema di Famiglia all’Università Cattolica di Brescia, è animatore culturale e organizzatore di eventi, collabora con ANCCI e ACEC, promuove iniziative artistiche, storiche, culturali e cinematografiche.