Venezia 77 News Schede Cinema Filmcronache

SALVATORE – SHOEMAKER OF DREAMS (Luca Guadagnino)
La storia di Salvatore Ferragamo si intreccia con quella del cinema

La storia di Salvatore Ferragamo che parte da un paesino dell’Irpinia e giunge a conquistare la moda internazionale, il cinema, il mercato è molto affascinante. Il ragazzino appena dodicenne si sposta a Napoli per imparare a fare scarpe, poi a 17 anni viaggia negli Stati Uniti, raggiungendo con grande audacia la costa ovest e stabilendosi prima a Santa Barbara e poi a Hollywood ed entrando nelle grazie di molte delle star del jet set internazionale.
È questo uno degli aspetti più interessanti della sua storia: che ripercorrerla significa ritornare a pensare, vedere e ragionare sul cinema delle origini. Per questo il sodalizio tra cinema e impresa può trovare in questa figura un affascinante punto di contatto. Il film ripercorre le dichiarazioni autobiografiche dello stilista attraverso la voce di un attore che dice io e vi sovrappone immagini di repertorio dell’epoca per ricostruirne i luoghi e mostrare le personalità che hanno interagito con lui. Si vedono poi gli eredi, gli amici, la moglie in vecchie trasmissioni televisive che ne ricordano i racconti e ne ricostruiscono l’audacia e la passione. Lo ricorda, tra gli altri, Martin Scorsese che ne parla con piacere e ironia.
La storia di Ferragamo è anche una storia di cadute: il gravissimo incidente in cui ha perso la vita il fratello e lui ha rischiato di dover rinunciare a una gamba; il fallimento durante la grande depressione dopo essere tornato in Italia. Ma il film tocca solo marginalmente queste crisi, preferendo disegnare un’apologia con molte luci e pochissime ombre. Peccato perché avrebbe reso più umano l’uomo e più affascinante la storia. Ci piace più seguire le vicende di un uomo che osa, con coraggio, che intuisce delle strade, che cade, sbaglia, si riprende, esita e si rialza, come forse è stato, più che quella di un eroe senza macchia e senza paura come viene ritratto. Ma questo fa parte della frequente ambiguità della sinergia tra arte e impresa, e comunque la capacità tecnica di Luca Guadagnino non si discute.

SALVATORE – SHOEMAKER OF DREAMS
Regia: Luca Guadagnino
Durata: 121’
Italia

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Alessandro Cinquegrani