Venezia 76 Schede Cinema Filmcronache

THE KING (David Michôd)

Il principe d’Inghilterra Hal passa il suo tempo nei bassifondi tra alcol e prostitute. Odia suo padre, il re, odia la sue inutili guerre. Ma poi la morte del padre e del fratello lo portano inesorabilmente sul trono. È un giovane pieno di ideali, di solidarietà, di desiderio di pace tra i popoli. Ma il potere – la realpolitik, si direbbe – pare essere altra cosa rispetto alle utopie filantropiche. Circondato da furbi e avidi consiglieri, continuamente sollecitato e provocato verso la guerra, il giovane re Enrico decide – è costretto a decidere – di dichiarare guerra alla Francia. Sarà una grande battaglia campale quella in cui, alla testa del suo esercito, sbaraglierà le truppe francesi numericamente molto più forti e molto meglio equipaggiate. A giocare un ruolo decisivo il veterano Falstaff, compagno di bevute un tempo, e ora stratega delle truppe inglesi.

Il film, ispirato all’Enrico V shakespeariano, mette in scena tutti i temi tipici del grande tragediografo: il rapporto padre-figlio, le dinamiche di potere, i giochi di palazzo, il ruolo dell’amore (qui marginale ma decisivo). E così tutto funziona: è ben disegnato il giovane re e i suoi dubbi; bello il personaggio di Falstaff, rude e onesto; efficace, anche visivamente, l’idea che risolve la battaglia; intricati ma chiari i giochi di palazzo, i tradimenti, gli schieramenti, gli odi reciproci. L’unico neo è il personaggio del Delfino di Francia che dovrebbe essere il grande nemico e invece è disegnato come un inetto vanaglorioso e incapace. Ma tutti gli eroi, anche gli eroi giovani e belli come Timotheé Chamelet, hanno bisogno di antagonisti all’altezza per brillare davvero. Invece resta la sensazione che chiunque avrebbe potuto vincere su un incapace come quello, anche senza il valore di re Enrico o senza l’intelligenza tattica e l’esperienza di Falstaff. Per questo la favola tragica vacilla, perde tutta la sua intensità.

 

THE KING
di David Michôd
Durata: 133′
Regno Unito, Ungheria
2019
Interpreti: Timothée Chalamet, Joel Edgerton, Sean Harris, Tom Glynn-Carney, Lily-Rose Depp, Thomasin McKenzie, Robert Pattinson, Ben Mendelsohn

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Alessandro Cinquegrani