Venezia 76 Schede Cinema Filmcronache

THE KINGMAKER (Lauren Greenfield)

Imelda Marcos, spregiudicata first lady delle Filippine durante la dittatura del marito, torna in politica per aiutare la candidatura del figlio alla vicepresidenza. Il documentario ripercorre il passato e scruta il presente, alternando immagini di repertorio a un’intervista alla donna e alle sue oppositrici, oltre a scene e interviste della situazione attuale. C’è una frase che pronuncia Imelda che sintetizza l’intera parabola del film: «la percezione è reale, la verità no». Tutto ciò è dimostrato dai fatti: Imelda restituì un’immagine di successo, di trionfo, di benessere, attraverso i suoi vestiti sgargianti, le sue donazioni di denaro ai bambini, e nascose così il potere autoritario che esercitava, facendo imprigionare o uccidere gli oppositori e dissipando enormi quantità di denaro destinate alla popolazione. Emblematico il caso degli animali del Kenya che per capriccio volle con sé e per farlo sfrattò centinaia di famiglie da un’isola. Divenne poi la regina delle scarpe, più di tremila paia, e dei vestiti di lusso, dei gioielli costosissimi.
Non è solo una storia privata quella di Imelda, è la storia del potere, dei fascismi che irretiscono le persone, e dell’opposizione tenace di pochi. Soltanto la cultura e l’istruzione possono permettere di creare i dovuti anticorpi nella popolazione perché fenomeni come questo non si ripresentino. Nelle Filippine non hanno fatto in tempo: è tornato un presidente – una dinastia – autoritario quanto il precedente, ma è un monito per tutti, sempre.
E poi c’è uno straordinario ritratto di donne che sono le vere protagoniste del film, in negativo e in positivo. È donna, con i suoi stereotipi di seduzione e bellezza, Imelda, che ripete ossessivamente di essere stata la madre di tutti, ma sono donne anche le più tenaci oppositrici del regime, che hanno dovuto subire violenze e torture per questo, e che nonostante tutto continuano a far sentire la loro voce. “Non ascolto le donne”, dice lo spaccone presidente eletto, eppure ascoltarle e capirle anche nei loro eccessi forse sarebbe il primo passo per un mondo migliore.

 

THE KINGMAKER
di Lauren Greenfield
Durata: 100’
Usa

Scrivi un commento...

Sull'autore

Avatar

Alessandro Cinquegrani